ATSS-Taranto, le pagelle: i rossoblu male in difesa

Pellegrino 6
Meno sicuro che in altre occasioni. Complice una difesa distratta che mette in apprensione, non solo lui.

Bilotta 5
Provoca il rigore del 2-2 con un’ingenuità evitabile su D’Angelo, terzino under del San Severo che trova un’insperata giornata di gloria.

Miale 5,5
Alcuni passaggi in orizzontale nel primo tempo mettono in difficoltà i compagni. Difesa in affanno, non è una novità.

Rosania 5
Perde un paio di palloni a limite dell’area, prende il solito giallo per rimediare ad un suo errore, forse la peggiore partita da quando è a Taranto

Li Gotti 6
Fa il suo a sinistra, esce per cambio tattico

Galdean 6
Spazi intasati, cerca come al solito di dettare gioco. Esce e forse stavolta non era il caso. Da quel momento non si è giocato più.

Marsili 6
Tocca mille palloni, nel finale confuso si ritrova spesso in mezzo alle maglie avversarie, cercando di fare il possibile

Lorefice 5,5
Poco determinato in fase offensiva, in alcune circostanze poteva essere più incisivo.

D’Agostino 6,5
Assist per Favetta, un palo e un rigore netto non concesso nella ripresa.

Favetta 7
Primo tempo devastante, nella ripresa perde troppi palloni. Nel complesso migliore in campo.

Ancora 6
Ha il compito di creare superiorità numerica e mettere palloni in mezzo. Cosa che ha fatto anche oggi.

Diakite 5
Non incide sulla gara come domenica scorsa. Pochi palloni giocabili però, con il San Severo arroccato a difesa della sua tre-quarti.

Portoghese sv

Cazzarò 5,5
Partita che sembrava in mano al Taranto, il pareggio su rigore del San Severo lo induce a provare il 424 col solito cambio Diakite per Galdean. Stavolta la mossa non funziona: il risultato è solo tanta confusione e alla fine Palumbo spreca la palla del 3-2. Sarebbe stata una beffa, ma l’errore è stato buttarla in caciara contro un avversario che fino a quel momento non ci aveva capito nulla.
Avremmo tolto Ancora e spostato D’Agostino dietro le due punte, continuando a giocare a pallone. Due punti persi contro un San Severo per nulla trascendentale.

L’avversario: il San Severo 6
Ottiene un pareggio in una partita dai due volti. Fin quando il Taranto ha giocato a calcio poteva stare sotto anche di tre gol. La direzione arbitrale li ha aiutati certamente, due pesi e due misure sugli episodi in area. Alla fine paradossalmente possono accampare rimpianti sul gol sbagliato da Palumbo.

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...