Taranto-Cavese e… il Milan

Domenica allo Iacovone arriva la Cavese, una delle poche formazioni del girone H ad avere un trascorso in serie B.
In una storia fatta principalmente di terza e quarta serie, spiccano infatti le tre stagioni di B tra l’81-82 e l’83-84, nelle quali i campani ottennero un clamoroso sesto posto nell’82-83, a tre punti dalla seria A, dopo aver chiuso il girone d’andata al terzo posto dietro il Milan e la Lazio.

Ed è proprio il Milan, curiosamente, a rappresentare un fattore che accomuna Taranto e Cavese.
La squadra rossonera, infatti, ha due precedenti non proprio lusinghieri con entrambe le formazioni, negli anni in cui ha militato in serie B.
Sappiamo tutti di Taranto-Milan 3-0, della doppietta di Mutti e della serpentina di Cassano che ubriacò Baresi, nel 80-81.
Fu la prima sconfitta in campionato di quel Milan che poi salì come da pronostico in A, mentre il Taranto scese in C, per via del -5 del totonero.Milan-Cavese-640x401

 

Anche la Cavese ha una storia simile da raccontare: era il 7 novembre 1982, a San Siro, 9a di campionato, Milan- Cavese termina 1-2.
Per la città metelliana resterà per sempre una giornata storica.
Era il Milan di Castagner e di Baresi, Tassotti, Evani, Serena, Damiani e Joe Jordan, lo “squalo”, il centravanti britannico che giocava senza denti.
I rossoneri erano primi in classifica senza sconfitte fino a quel momento.
Da Cava fu un vero e proprio esodo, oltre tremila raggiunsero il “Giuseppe Meazza” di Milano ma sommati agli emigrati nel nord Italia e in altri paesi nordeuropei, si racconta che i tifosi campani fossero oltre diecimila.

Il Milan segna il vantaggio al 22’ proprio con gol di Jordan, di testa.
Ma al 26’ arriva il pareggio della Cavese. È Tivelli che fa partire un tiraccio di sinistro che si insacca alle spalle di Piotti. Al 55’ il gol della clamorosa vittoria campana, con l’ex rossoblu Pavone che crossa da destra per Bartolomeo Di Michele che incorna di testa il pallone che ha fatto la storia.
A fine stagione il Milan vincerà nettamente il campionato davanti alla Lazio e al Catania. La Cavese l’anno seguente retrocesse in C, mentre il Taranto ritornava in B col Cavaliere presidente.

Taranto e Cavese fino a quel momento non si erano mai incontrate ed ebbero il primo confronto nel campionato di C1 del  85-86: una rivalità molto accesa ma abbastanza recente.
Due squadre che hanno un passato da raccontare e che assieme al Potenza meriterebbero, senza balzelli e gabelle strane, di rientrare nel professionismo il prima possibile, già da quest’anno, alla luce delle probabili nuove vacanze d’organico in serie C

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...